Le slitte della Regina Marie-Antoinette

il

Nella Galleria delle Carrozze della Grande Scuderia di Versailles, è conservato il ricordo di un divertimento invernale molto apprezzato durate l’epoca dell’Ancien Régime.

Grande_Scuderia
La Grande Scuderia del re a Versailles, costruita tra il 1679 e il 1682.

Occorreva pure distrarsi dal gelo delle immense sale della reggia, quando fuori i giardini si ammantavano di neve e il Grand Canal si trasformava in una immensa distesa di ghiaccio!

anne-lise_avrilVersailles
Photo from www.chateauversailles.fr, ©Anne-Lise Avril.

La moda nordica delle corse in slitta si era diffusa con successo già durante il regno del Re Sole (1643-1715), ma conobbe il suo apogeo durante quello di Louis XV (1722-1774), periodo al quale le slitte conservate nella Grande Scuderia per la maggior parte risalgono.

Versailles_neve
Photo from www.chateauversailles.fr, ©Cendrine Bourdy.

Slitte

Queste slitte son alcune di quelle riscoperte dalla regina Marie-Antoinette (1755-1793), nostalgica degli inverni viennesi della sua infanzia, nei depositi delle scuderie di Versailles.
Dopo essere state riparate e aggiornate al gusto del tempo, queste fragili e preziose vetture arricchite da un repertorio decorativo unico, popolato di creature fiabesche e bestie esotiche, tornarono a divertire la corte.

Marie-Antoinette 13 anni
Joseph Ducreux, miniatura di Marie-Antoinette all’età di 13 anni alla corte di Vienna, due anni prima del suo matrimonio con l’erede al trono di Francia, il futuro Louis XVI.

Le slitte venivano attaccate a dei cavalli e – cosa per l’epoca straordinaria! – talvolta potevano essere guidate direttamente dalle donne, privilegio unico in Europa nel XVIII secolo.

Eccone alcuni esempi curiosi, come la Slitta della Sirena (1740).

Slitta_Sirena

Una testa di tritone decora l’estremità dei pattini e un busto di sirena ne costituisce la prua.
All’interno dell’abitacolo in legno, sono conservate le pantofole in cuoio di Russia che proteggevano i piedi del conducente dal freddo.

La Slitta del Leopardo (1730-40).

Slitta_Leopardo2

La slitta più feroce presentata nella Galleria delle Carrozze ha una testa di lupo a decorazione dell’estremità dei pattini e un leopardo in legno come abitacolo. Il realismo della scultura e del manto dipinto sono dovuti al fatto che, dal 1730 al 1741, un vero leopardo era presente alla Ménagerie di Versailles (oggi scomparsa).

Slitta_Leopardo

Slitta della Tartaruga (1732).

Slitta_Tartaruga

La Galleria delle Carrozze della Grande Écurie du Roi (‘Grande Scuderia del Re’) merita una visita.
Oltre alle slitte – dei veri capolavori d’ebanista! –, vi troverete molte vetture di rappresentanza risalenti al XIX secolo che sfilarono in occasione di eventi importanti, quali il matrimonio di Napoleone e Maria Luisa d’Austria.

Scoprirete anche alcune rare “chicche”, come il piccolo calesse del Delfino Louis-Charles di Francia (1785-1795), il figlio più piccolo di Louis XVI e Marie-Antoinette, conosciuto soprattutto per via del suo tragico destino sotto la Rivoluzione (ne trovate un accenno in questo articolo dedicato al ricordo della fortezza del Tempio di Parigi).
La vettura, a cui venivano attaccate delle capre, era l’esatta replica di un vero calesse alla moda del tempo.

Calesse–Delfino

Buona esplorazione e buone feste a tutti!